sabato 10 agosto 2013

IMPARIAMO LE REGOLE con gli animali della savana Progetto di accoglienza per i bambini del gruppo grandi dell'asilo nido


Oggi ho recuperato questo progetto per educatrici di asilo nido, rivolto ai bambini grandi che rientrano a settembre al nido dopo la pausa estiva. Il progetto ha qualche anno, ma ricordo che aveva riscosso molto successo e che gli obiettivi che mi ero prefissata erano stati pienamente raggiunti; ve lo giro e spero possa essere utile. Buon lavoro. Maestra Elena


Destinatari: bambini di tre anni

Tempi: mesi di Ottobre e Novembre. Da proporre e ripetere più volte al giorno, ovvero durante l’accoglienza e prima delle attività strutturate.

Motivazioni

Poichè durante il corso della giornata, ho osservato che il gruppo fa fatica a rispettare alcune regole (come stare seduti a tavola, rispettare il proprio turno in bagno, non far male ai propri compagni di gioco etc.) ho pensato che contemporaneamente alla reciproca conoscenza e al progetto didattico “gli amici della Savana”, potremmo affiancare l’interiorizzazione di come ci si comporta con i propri amici e con la propria tata durante il corso della giornata. Per avere un filo conduttore comune, utilizzerò gli animali della Savana presenti nel libro che stiamo già leggendo.

Obiettivi:


-         Imparare a riconoscere e ascoltare la propria figura di riferimento

 -         Imparare a rispettare i propri compagni e rafforzare il senso di appartenenza al gruppo

-         Imparare a rispettare il proprio turno affinché tutti possano gioire di un gioco/premio

Modalità:

I bambini realizzeranno con l’ausilio dell’educatrice diversi cartoncini. Ogni foglio rappresenterà una regola che verrà indicata da un animale della Savana. Tutti i giorni durante alcuni momenti della giornata, proporrò questo libricino affinché avranno interiorizzato tutte le illustrazioni.

-         la formica ci ricorda che “Si ascolta quello che dice la Tata

In un angolo in alto la formica indica con la zampina il centro del foglio dov’è rappresentata la tata che parla e 9  bambini in cerchio di fronte a lei.

-         Lo scarabeo ci ricorda che “In bagno si sta seduti e si aspetta che i propri compagni finiscano di fare la pipì o di cambiare il pannolino”

In un angolo in alto lo scarabeo indica con la zampina il centro del foglio dove 2 bambini sono seduti su waterino e gli altri sono seduti che aspettano.

-         Il topolino ci ricorda che “Quando ci si sposta da una stanza all’altra lo si fa facendo il trenino”

     In un angolo in alto il topolino indica con la zampetta il centro del foglio dove 9 bambini con davanti un adulto, fanno il trenino.

-         La iena ci ricorda che “Non si rubano i giochi ai propri compagni”

In un angolo in alto la iena indica con la zampa il centro del foglio dove 4 bambini giocano in cerchio sorridendo tutti insieme


-         L’elefantino ci ricorda che “ Non si fa male ai propri compagni

In un angolo in alto l’elefante con la zampa indica il centro del foglio dove 2 bambini si fanno le carezze/ si abbracciano.

-         Il rinoceronte ci ricorda che “ A tavola si sta seduti composti e non si gioca con posate o bicchieri

In un angolo in alto il rinoceronte con la zampa indica il centro del foglio dove c’è disegnato un tavolo con dei bambini seduti composti che mangiano/bevono.
  

     -   In fine la giraffa ci ricorda che “ Dopo aver giocato si aiuta la tata a riordinare i giochi utilizzati”

In un angolo in alto la giraffa indica con la zampa il centro del foglio dove ci sono i bambini e un adulto con in mano dei giochi e di fianco dei contenitori/ scatole.

L’educatrice ogni giorno durante l’accoglienza e prima di alcune attività, proporrà la lettura del libro. Una volta interiorizzati tutti i punti, il medesimo verrà scomposto affinché lo si possa appendere, foglio per foglio, in un apposito angolo così da poter essere visto qualora fosse necessario.


4 commenti:

Anonimo ha detto...

Questo è davvero un bel progetto!!!!!!

Non è semplice far riconoscere le regole e allo stesso tempo farle rispettare a bambini così piccoli. L'idea che siano gli animali a stimolare i bambini a farlo, invece che rimproveri e urla dell'educatrice penso che sia molto più efficace.

Lo proporrò come progetto alle colleghe dell'asilo dove lavoro!!!!!!!!

Saluti
Alessandra

Ugo Valentini ha detto...

Ciao! Veramente interessante il tuo blog :) Io scrivo di musica con i bambini su www.ciaublog.blogspot.it – Dai un'occhiata se vuoi e fammi sapere cosa ne pensi. Tornerò spesso qui per leggere le tue novità :)

Anonimo ha detto...

Cara maestra Elena,
il tuo progetto sulle regole sta andando alla grande nell'asilo dove lavoro. I bambini sanno le regole a memoria....anzi riconoscono l'animale dal colore del cartoncino. E' davvero una soddisfazione !!!!!!

Grazie !!!
Alessandra

maestra Elena ha detto...

bene!!!ne sono felice!!!